martedì 12 luglio 2016

QUANDO LA CANZOME ENTRA NELLA STORIA


 QUANDO LA CANZONE ENTRA NELLA STORIA

Capita, alle volte, che un brano musicale entri di diritto nella storia degli uomini. A dimostrazione di questa mia tesi, vi invio alcuni link emblematici. Nei primi due ascolterete un gruppo vocale straordinario contemporaneo “Ladyvette”. Straordinario perché queste tre ragazze contemporanee hanno ripreso alcuni motivetti italiani di tanti anni fa arrangiati in maniera straordinaria. Sono arrangiamenti per tre voci, ma ci sono alcuni momenti che vengono usate addirittura quattro o cinque voci nello stesso brano, ovviamente passando da un’armonia all’altra. Nel terzo e quarto link ascolterete Massimo Ranieri che canta due capolavori della canzone napoletana, che, meglio di qualsiasi manuale di storia contemporanea, trattano dell’emigrazione di milioni di Italiani fra la fine dell’ottocento e gli inizi del novecento. Basterà ascoltare una frase del testo: “e ce ne costa lacrime quest’America, a noi napoletani” per far capire che strazio immenso sta in chi è “costretto” ad emigrare. La stessa situazione dei giorni nostri. A voi le considerazioni da fare.  Nel quinto e sesto link ascolterete “làcreme napulitane” cantate da un duo contemporaneo di rara bellezza e un altro magnifico brano cantato da un altro cantante napoletano, Enzo Gragnianiello, che  mi sta nel cuore. Buon ascolto! franz falanga  

https://youtu.be/UCiQoYTqIu4
Ladyvette / Ho un sassolino nella scarpa

https://youtu.be/tKEr55Fd2dw
Ladyvette / Epopea del pelo superfluo

https://youtu.be/i97mwHcjhb8
Massimo Ranieri / Làcreme napulitane

https://youtu.be/WvcxKdtIpGw
Massimo Ranieri / Santa Lucia

https://youtu.be/iUhVTbg2Op8
Raiz + Mesolella  / Làcreme napulitane
e ne costa lacreme sta America a nuie napulitane

https://youtu.be/v90VMZ8FHh4
Enzo Gragnianiello